Skróty klawiszowe:

Dzisiaj w Zawierciu
Wkrótce

Storia e monumenti

Strona główna » Zawiercie » Storia e monumenti

Kromołów è il più vecchio quartiere della città. La prima notizia apparisce nel 1193. Nel 1431 si parla per la prima volta della borgata Zawiercie e poi nel 1432 questo nome significa che la borgata è già diventata la campagna. Nei documenti dal 1490 c’è scritto che il suo primo proprietario si chiamava Jan Pilecki e due anni dopo c’era un nuovo proprietario – Jan Feliks Rzeszowski – canonico di Cracovia. Poi Zawiercie diventa la proprietà di Boner ed altri cento anni – la proprietà ci stava nelle mani di Firlej. Nel 1669, Mikołaj Firlej ha venduto Zawiercie con Kromołów a Stanislas Warszycki – voivoda della Masovia. I proprietari seguenti erano: conte Męciński, Konstanty Gostkowski, generale Fryderyk Wielki II. Nel 1820 Zawiercie è stato comprato da un banchiere di Breslavia – Pingseim. Dal 1827 i documenti contengono i due nomi Piccolo Zawiercie e Grande Zawiercie - questi nomi sono segnati così sulle carte geografiche dal 1914. Tra gli anni 1887 e 1914 gli abitanti sono aumentati dal 5200 al 35000. Questo aumento della popolazione era il risultato della buona posizione topografica e dello sviluppo industriale. La cosa la più importante dello sviluppo della città è stata la costruzione de ferrovia Varsavia-Vienna. Negli anni 1890-1912 è stata fatta una bella stazione nello stile reggenza all’occasione di 300 anni del governo della dinastia di zar Romanow. Anche la costruzione della strada Pilica-Siewierz aveva influsso per lo sviluppo industriale della città.
    Il secolo diciannovesimo è l’inizio dell’industria cotoniera. Negli anni trenta del XIX secolo è stata aperta la prima filatura di cotone. I fratelli Ginsberg l’hanno ingrandita ed avevano sua parte nella creazione della Società per Azioni ”Zawiercie” (nella sigla - TAZ). Questa industria dei fratelli Ginsberg è chiamata TAZ ed è la più grande del Regno. L’impresa di cotone aveva i suoi gruppi di isolati, la scuola e la Casa Popolare. Nel 1886 è stata aperta la Fucina di Ernest Erbe – oggi chiamata Fonderia della Ghisa S.A. Nel 1880 J.Sambor e M. Krawczyk hanno fondato la Fabbrica delle Macchine. Negli anni 1900-1910 hanno costruito la Ferriera ”Huldczyński” che si chiama oggi CMC ”Zawiercie” S.A. La vetreria Reich e Società è  sorgetta nel 1884. Nel 1898 funzionavano a Zawiercie: quatro scuole elementari, una scuola della comune, la scuola TAZ № 2, la scuola della Vetreria di Reich № 4 e la scuola ferroviale. Negli anni successivi hanno aperto anche le scuole private di una o due classi. La scuola di Helena Malczewska ha già funzionato. Nel 1907 è stata aperta la Scuola Media Inferiore per i ragazzi di nome Józef Meyer e nel 1913 è stata aperta la Scuola Media Inferiore per le ragazze di Wanda Karczewska. Nel 1934 hanno costituito la Scuola Coeducativa Commerciale dell'Associazione dei Mercanti Polacchi.
Dopo il 1927 le scuole elementari e popolari sono state nazionalizzate e cambiate nelle scuole comuni. Ha cominciato a funzionare anche la scuola artigianale. Fino al 1939 a Zawiercie funzionavano: 6 scuole elementari, una scuola media per i ragazzi, una per le ragazze e una coeducativa di stato.
Tra le due guerre a Zawiercie funzionavano 4 cinema. Nel 1933 ha cominciato a funzionare il teatro di marionette ”Baj-Baju”. In questo tempo hanno consegnato al pubblico un parco municipale – uno di più belli parchi nel vicino. Fino al 1903 Zawiercie faceva parte della parocchia di Kromołów. Nel 1900 hanno finito di costruire la chiesa neogotica intitolata ai Santi Apostoli Pietro e Paolo. Essa è stata edificata per la direzione di TAZ, il comitato di costruzione e per gli operai di Zawiercie, secondo il progetto del ingegnere Hugon Kudera. Dal 1925 la parrocchia di Zawiercie faceva parte della diocesi di Częstochowa. Presso la parrocchia agisceva  il coro ”Lira” che nel 1925 ha vinto il primo premio tra i cori maschili durante il congresso della regione Kielce. L’ultimo parroco prima dello scoppio della seconda guerra mondiale era il prete canonico Bolesław Wajzler, conosciuto come l’uomo d’azione sociale e il professore meritato dell’Istituto Magistrale Femminile, assassinato a Auschwitz.
Il cimitero è stato aperto nel 1903, e nel 1920- ingrandito notevolmente. Si sono mantenuti alcuni monumenti e la cappella mortuaria di Holenderski.
Nell’Ottocento, a Zawiercie esisteva già il comune dei ebrei. Nel 1880 sulla via Marszałkowska hanno costruito una sinagoga accanto alla quale si trovava la Casa Kahalna. Sul territorio della città esistono i cimiteri ebrei monumentali a Kromołów e sulla via Daszyńskiego. Il cimitero (kirkut) a Kromołów è del Settecento ed è situato non lontano della strada che va al centro di Zawiercie. Questo cimitero possede molte pietre sepolcare con le rappresentazioni dei secoli XVIII e XIX sui rilievi. Sulle vie Marszałkowska e Hoża si è mantenuto il complesso degli edifici dei ebrei.
  • Związek Samorządów Polskich
  • Rada Miejska w Zawierciu
  • Wydział Bezpieczeństwa i Zarządzania Kryzysowego
  • Lokale użytkowe do wynajęcia
  • ZAWIERCIE - CZYSTA GMINA
  • Platforma Konsultacji Społecznych Urzędu Miejskiego w Zawierciu
  • Uniwersytet Dziecięcy w Zawierciu
  • Zawierciański Senior
  • Portal mapowy miejscowych planów zagospodarowania przestrzennego w wersji wektorowej
  • Straż Miejska
  • Zawiercie w liczbach
  • Obwieszczenia
  • Współpraca z organizacjami pozarządowymi
  • Ostrzeżenia meteorologiczne
  • Dla Dzieci i Rodziców
  • Projekty edukacyjne
  • System Informacji Przestyrzennej Geoinfo 6
  • Herb i logo miasta
  • Zawierciańska Karta Dużej Rodziny
  • Fundusze Strukturalne
  • Mapa AED w Zawierciu

Urząd Miejski w Zawierciu
ul. Leśna 2, 42-400 Zawiercie

tel.: +48 32 494 12 65, fax +48 32 67 215 13
e-mail: urzad@zawiercie.eu

Portal internetowy Urzędu Miejskiego w Zawierciu. Zawiercie jest miastem leżącym w sercu Jury Krakowsko-Częstochowskiej. Niewątpliwym atutem miasta jest bliskość aglomeracji śląskiej. Wykorzystując swe położenie, Zawiercie od kilku lat wzmacnia swój wizerunek jako centrum obsługi ruchu turystycznego dla Jury, przez co przyciąga nowe inwestycje i pobudza przedsiębiorczość wśród mieszkańców Zawiercia i okolic.
Poleć stronę
Zapytanie
Facebook
Wersja mobilna